TURCHIA IN CRISI: L’FMI VUOLE DIVORARE L’ULTIMA LIRA – ElecTO Mag 12.08.2018

14 agosto 2018 06:56 0 comments

IMG-20180812-WA0000

I mercati globali nuovamente in subbuglio, le piazze finanziarie che segnano consistenti ribassi e le valute di molti Paesi emergenti sotto pressione.

Sono notizie alle quali nell’ultimo decennio, loro malgrado, investitori e risparmiatori si sono abituati a sentire ripetutamente.

Nulla di particolarmente nuovo, dunque, anche in riferimento allo sciame di allarmismi e preoccupazioni per l’attuale situazione in Turchia. Se non fosse per un particolare che non è affatto secondario.

Alla radice della montante crisi che sta travolgendo la “Sublime Porta” non ci sono ragioni strettamente economiche o finanziarie. È invece in atto uno scontro geopolitico di fondo che rischia di minare i già precari equilibri internazionali.

Già più di un anno e mezzo fa ce ne occupammo sulle pagine del settimanale “Panorama” quando, a seguito dei numerosi attentanti terroristici sul territorio turco, illustrammo le motivazioni del perché la Turchia venisse ripetutamente colpita per la sua fragilità: “Un crocevia geopolitico costretto tra la continua minaccia interna ad opera del terrorismo curdo del PKK e contemporaneamente degli jihadisti del Califfo ma anche indebolito dal perdurante tiro alla fune con la NATO e l’Unione Europea” (Panorama, 11 gennaio 2017).

Continua a leggere l’articolo di Daniele Lazzeri, Chairman de “Il Nodo di Gordio” su: https://www.electoradio.com/mag/uomo-avana/turchia-in-crisi-lfmi-vuole-divorare-lultima-lira/

Daniele Lazzeri

Lavora da 20 anni nel settore dell'analisi e della consulenza in materia finanziaria. Giornalista pubblicista, è chairman del think tank di studi geopolitici e di economia internazionale Il Nodo di Gordio e Direttore responsabile dell’omonima rivista quadrimestrale, dove si occupa dell'analisi economico-finanziaria globale. Suoi saggi sugli impatti geopolitici delle nuove reti di pipeline (gasdotti e oleodotti) sono apparsi su quotidiani e riviste in Francia, Russia, Azerbaijan, Turchia e Kazakhstan. Sue interviste televisive sono state trasmesse da emittenti nazionali in Italia, Russia, Libano e Kazakhstan... leggi tutto il profilo

Leave a Reply