La via del Kazakhstan 2050 e il messaggio di Nazarbayev

13 febbraio 2014 17:42 0 comments

Il 29 gennaio, si è tenuta presso l’Ambasciata del Kazakhstan a Roma la presentazione e la discussione del “Messaggio del Capo dello Stato, Nursultan Nazarbayev al popolo del Kazakhstan: La via del Kazakhstan – 2050”. Invitati all’evento anche i rappresentanti de “Il Nodo di Gordio”: il chairman Daniele Lazzeri, i Professori Andrea Marcigliano e Ermanno Visintainer.

Nel discorso d’apertura, l’Ambasciatore Andrian Yelemessov ha evidenziato come oggi il Kazakhstan sia risoluto a creare i presupposti economici, sociali e istituzionali per l’attuazione della “Strategia 2050”, il cui obiettivo principale è quello di entrare nei primi 30 paesi più sviluppati del mondo.

A seguito degli importanti interventi dell’ex-Presidente dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE, Riccardo Migliori e dell’Ambasciatore Guido Lenzi, il Senatore Sergio Divina, da parte sua, ha rilevato la tempestività e l’efficacia delle misure anti-crisi adottate dal Kazakhstan, nonché il progresso del Paese sulla scena internazionale, apprezzando gli sforzi del Governo Kazako nello sviluppo dei settori produttivi dell’economia. Vittorio Sgarbi, presente come critico e storico dell’arte ha, invece, definito Astana un simbolo che cresce. “E dove ci sono i simboli – ha dichiarato – crescono le civiltà”.

Il Professor Ermanno Visintainer ha infine messo in evidenza come il punto saliente del Messaggio presidenziale sia rappresentato dalla formulazione dell’idea nazionale di “Mәngіlіk El” (Nazione Eterna), intesa come uno stato stabile, impossibile da costruire e svilupparsi prescindendo dal patriottismo.

Il Nodo di Gordio sul TG della TV di stato del Kazakhstan

Leave a Reply