“In Sin(t)fonia con il futuro”, il 12 settembre in Arena l’omaggio musicale dell’Azerbaigian all’Italia e ai suoi cittadini

1 settembre 2014 12:29 0 comments

Musica sinfonica tradizionale, abbinata alle più celebri colonne sonore del grande schermo, nell’esecuzione dell’Orchestra Italiana del Cinema diretta dal Maestro dell’Azerbaigian Yalchin Adigezalov.

Verona, 25 agosto 2014 – Si terrà il 12 Settembre in Arena “IN SIN(T)FONIA con il futuro”, l’omaggio musicale dell’Azerbaigian all’Italia e, in particolare, al Veneto e alla città di Verona. Un evento che vedrà protagonista l’Orchestra Italiana del Cinema diretta dal Maestro dell’Azerbaigian Yalchin Adigezalov per celebrare la cultura e la tradizione del paese più suggestivo del Caucaso del Sud. Alle ore 21.00, in uno scenario unico al mondo, organizzato dal Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica dell’Azerbaigian e dall’Ambasciata della Repubblica dell’Azerbaigian in Italia, l’Arena di Verona si animerà grazie all’interpretazione degli oltre 80 elementi dell’Orchestra Italiana del Cinema, che eseguirà un programma di musica sinfonica e tradizionale dell’Azerbaigian, senza tralasciare alcuni indimenticabili temi del grande schermo. La direzione del Maestro Yalchin Adigezalov, noto nel mondo per il suo talento, rappresenterà un’occasione unica di scambio e confronto culturale. In programma, anche un medley delle colonne sonore di Nino Rota con la direzione del Maestro Daniele Belardinelli
(già collaboratore di Claudio Abbado e Giuseppe Sinopoli), e una citazione di alcuni capolavori del cinema internazionale. L’Orchestra Italiana del Cinema, è l’unica formazione sinfonica italiana specializzata nel repertorio delle colonne sonore. Prenderanno parte all’evento anche i cantanti azerbaigiani Mr. Azer Rzazade e Mrs. Aygun Bayramova, e il Trio Garabag, con il loro Mugham – annoverato dall’Unesco come capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità, che costituisce una delle tradizioni musicali più importanti dell’Azerbaigian e per la sua complessità richiede un alto livello di virtuosismo canoro.

IN SIN(T)FONIA con il futuro” è la naturale prosecuzione dell’impegno dell’Azerbaigian a realizzare scambi culturali con l’Italia. Durante la recente visita nel nostro paese del Presidente dell’Azerbaigian, è stata adottata la “Dichiarazione Congiunta di Partenariato Strategico tra Italia ed Azerbaigian” che, tra i vari aspetti, sottolinea anche l’importanza di uno scambio più intenso in ambito culturale. “Verona è una città famosa in tutto il mondo, e non solo per Romeo e Giulietta, ma anche per la sua incredibile Arena – spiega l’Ambasciatore Vaqif Sadiqov. Per i nostri musicisti è un grande onore rappresentare in questa sede l’arte azerbaigiana. L’Italia è per noi un importante partner politico ed economico. Questo concerto è il nostro dono musicale alla città di Verona e alla sua popolazione. L’evento è un vero e proprio omaggio ai cittadini, che potranno partecipare a ingresso libero fino a esaurimento posti“.

Il sito dell’iniziativa per prenotare gratuitamente la tua poltrona: www.dabakuaverona.eu

Arena di Verona

FOCUS PROGETTO |IN SIN(T)FONIA CON IL FUTURO “IN SIN(T)FONIA con il futuro” è il concerto-omaggio alla città di Verona, che coniuga la musica sinfonica tradizionale azerbaigiana con i grandi classici del cinema d’autore. L’Orchestra Italiana del Cinema, diretta dal Maestro Yalchin Adigezalov e composta da oltre 80 elementi, proporrà temi e brani tratti dal repertorio della musica sinfonica a tradizionale dell’Azerbaigian, senza tralasciare alcuni temi del cinema internazionale. L’Orchestra Italiana del Cinema, diretta solitamente dal Maestro Daniele Belardinelli, è impegnata da anni a rappresentare e promuovere lo straordinario patrimonio artistico della colonna sonora italiana ed internazionale.
www.orchestraitalianadelcinema.it

FOCUS PAESE | L’AZERBAIGIAN
Paese multietnico e multi confessionale, l’Azerbaigian è il più esteso e il più popoloso Stato dell’area del Caucaso del Sud.
Dal punto di vista culturale, l’Azerbaigian ha consolidato negli anni relazioni stabili e costruttive con l’Italia, che hanno visto massima espressione nell’organizzazione di importanti mostre di artisti azerbaigiani in Italia e di artisti italiani in Azerbaigian,
nell’organizzazione di concerti di grande rilievo in entrambi i paesi, nel finanziamento del restauro della Sala dei Filosofi nei Musei Capitolini, delle Catacombe dei SS. Marcellino e Pietro, e ultima, in ordine di tempo, nella firma di un accordo tra il Ministro della Cultura e del Turismo della Repubblica dell’Azerbaigian e il Sindaco di Roma per la donazione a Roma Capitale di un milione di Euro da impiegare nell’intervento di scavo archeologico e valorizzazione nell’area dei Fori Imperiali – via Alessandrina. L’Azerbaigian, con un ruolo di sempre maggior spicco nel panorama internazionale, sarà nel 2015 sede dei Primi Giochi Europei ed il suo è uno dei Padiglioni più attesi dell’Expo di Milano 2015.
www.azembassy.it
www.azerbaijan.az

Leave a Reply