Corea, gli Stati Uniti ora schierano tre potenti bombardieri B-2 Stealth – Il Giornale 18.01.2018

18 gennaio 2018 09:51 0 comments

021105-O-9999G-009-1635x1080

Guam è stata spesso menzionata dai media per le ripetute minacce nordcoreane di un possibile lancio di missile intercontinentale, cosa che ha creato un certo allarmismo tra la popolazione locale e non solo.

Recentemente, alla base di Andersen, nell’isola di Guam, sono giunti tre bombardieri B-2 Stealth con capacità nucleare, con circa 200 aviatori provenienti dalla base di Whiteman (509th Bomb Wing) nel Missouri, a sostegno della missione Bomber Assurance e Deterrence del Comando del Pacifico Usa, in un momento in cui, apparentemente, le tensioni nella penisola coreana vanno diminuendo. Secondo quanto si legge sul sito web dell’aviazione americana del Pacifico “durante lo schieramento, a breve termine, i B-2 condurranno missioni di addestramento a livello locale e regionale e integreranno le capacità con i principali partner regionali, assicurando che gli equipaggi dei bombardieri mantengano un alto livello di prontezza e competenza”.

Il Comando Strategico degli Stati Uniti fa ruotare regolarmente i bombardieri nella regione indo-pacifica per condurre operazioni aeree guidate dal Comando del Pacifico, “fornendo ai leader opzioni deterrenti per mantenere la stabilità regionale”. Non è chiaro per quanto tempo i potenti bombardieri Stealth resteranno schierati a Guam.

Il Northrop Grumman B-2 Spirit è un bombardiere strategico transonico statunitense in grado di trasportare sia armi convenzionali sia nucleari. Lo Spirit B-2 è uno dei tre bombardieri strategici pesanti dell’aviazione statunitense, è il più avanzato e l’unico in grado di portare bombe nucleari a gravità. La tecnologia “Stealth”, di cui è dotato, lo aiuta a penetrare le difese nemiche con una bassissima possibilità di essere individuato dai radar e abbattuto, cosa impensabile per altri tipi di aerei.

Continua a leggere l’articolo di Elvio Rotondo, Country Analyst de “Il Nodo di Gordio” su:>http://www.occhidellaguerra.it/40849-2/

Elvio Rotondo

Nato a Cassino il 16 dicembre 1961, militare in congedo, laureato in scienze organizzative e gestionali presso l’Università degli studi La Tuscia di Viterbo, si è arruolato nell’Esercito Italiano nel 1978 prestando servizio in diversi reparti sul territorio nazionale. Nel corso della carriera militare si è occupato prevalentemente di Guerra Elettronica, di Intelligence e di Cooperazione Civile-Militare. Ha prestato servizio inoltre presso l’Ambasciata d’Italia di Seoul (Ufficio dell’Addetto Militare) e in ambito multinazionale presso il Multinational Cimic Group. Tra i molti corsi previsti per il proprio incarico, ha frequentato: NATO Intelligence Course, NATO Open Source Intel Course, NATO Intel Analyst Course, NATO Tactical CIMIC Course. È conoscitore della lingua inglese, russa, persiano farsi. In ambito internazionale ha preso parte alle operazioni NATO nei Balcani. Nel 2014 è stato collocato nella riserva. Collabora con il Think Tank Il Nodo di Gordio dal 2013 in qualità di Country Analyst. Autore del Blog 38esimoparallelo.com. Alcuni suoi articoli sono stati pubblicati su: “Il Giornale.it. “Affari Internazionali”; “Geopolitical Review”; “L’Opinione”; “Geopolitica.info”; “Analisi Difesa”.

Leave a Reply