[Paper 12.0] Balcani in fiamme. La mina nel cuore dell’Europa

13 ottobre 2015 14:54 0 comments

balcani in fiamme paper12 ndg

Tra XIX e inizio XX secolo i Balcani hanno rappresentato il vero Tallone d’Achille dell’Europa. Un magma di popoli, culture, lingue e religioni divisi da storie, spesso, tragiche e conflittuali, che ha tormentato e dissestato i delicati equilibri del Vecchio Continente. All’origine di tutto il declino, progressivo, dell’Impero Ottomano, che la dorsale balcanica aveva, per lungo tempo, in buona parte controllato, e parallelamente il crepuscolo annunciato dell’altro Impero multinazionale: quello Austro-ungarico della Casa di Asburgo. A questi declini contribuivano tanto l’affermarsi di nuovi etno-nazionalismi, ispirati ed influenzati dalla cultura del Romanticismo, quanto le mire delle altre potenze dell’epoca… [da “La nuova Questione Balcanica” di Andrea Marcigliano]

 

I contributi:

  • La nuova Questione Balcanica di Andrea Marcigliano
  • Serbia e flussi migratori di Marcello Ciola
  • Economie in difficoltà e l’UE non è la soluzione di Augusto Grandi

 

Scarica gratuitamente il paper

Compila il modulino qui sotto con i tuoi dati. Riceverai una email con il link per scaricare il pdf. Se la mail non ti arriva, controlla nella casella spam!


Il tuo nome (richiesto)

Il tuo cognome(richiesto)

La tua email (richiesto)

Acconsento al trattamento dei dati

 

Daniele Lazzeri

Lavora da 20 anni nel settore dell'analisi e della consulenza in materia finanziaria. Giornalista pubblicista, è chairman del think tank di studi geopolitici e di economia internazionale Il Nodo di Gordio e Direttore responsabile dell’omonima rivista quadrimestrale, dove si occupa dell'analisi economico-finanziaria globale. Suoi saggi sugli impatti geopolitici delle nuove reti di pipeline (gasdotti e oleodotti) sono apparsi su quotidiani e riviste in Francia, Russia, Azerbaijan, Turchia e Kazakhstan. Sue interviste televisive sono state trasmesse da emittenti nazionali in Italia, Russia, Libano e Kazakhstan... leggi tutto il profilo

Leave a Reply