Le nuove maschere della disinformacija – IlGiornale.it, 18/1/2015

19 gennaio 2015 14:58 0 comments

Da gioco delle spie la disinformazione è divenuta strumento di poteri finanziari, che la utilizzano per destabilizzare il quadro geopolitico generale

disinformazione

Disinformacija, disinformazione… in lingua russa, il termine assume un significato più complesso, se vogliamo più… completo, comunque venato di sfumature che ci riportano, di colpo, alla Rivoluzione d’Ottobre, ai lunghi anni della Guerra Fredda – il cosiddetto “secolo breve” secondo Hobsbawne – ai romanzi di Le Carré, ai film di spionaggio… E questo perché la “disinformacija” era stata elevata, nell’URSS, a ruolo di vera e propria scienza, o meglio di tecnica con cui disorientare l’antagonista, metterne in crisi le certezze, indebolirne la determinazione.

[…]


 

L’articolo completo su ilGiornale.it di Andrea Marcigliano, Senior Fellow de “Il Nodo di Gordio” —> Le nuove maschere della disinformacija

 

Andrea Marcigliano

Andrea Marcigliano è nato a Mestre-Venezia il 28-12-1957. Saggista e scrittore da anni collabora a giornali e riviste culturali, occupandosi (prevalentemente) di filosofia politica e scenari geo-politici internazionali. Accanto a questo mantiene vivi i suoi interessi più squisitamente letterari e filosofici, visti gli ormai antichi studi di Lettere Classiche – a Trieste, con laurea in Storia delle Religioni – ed il fatto che insegna Italiano e Latino nel Liceo. Saggista e scrittore, ha pubblicato “Segni del Tempo”, “I figli di Don Chisciotte”, “Ritorno ad Atene”, “Il suicidio della Destra” (e-book); ha collaborato a numerosi volumi di studi, tra i quali ama ricordare “Ezra Pound perforatore di roccia”, “Jünger cioè il coraggio”; “Ideario europeo”, “Studi su Fernando Pessoa”. Suoi scritti sono apparsi in inglese, russo, spagnolo, portoghese, turco, azero e kazako. È Senior fellow del think Tank di Studi Geopolitici “Il Nodo di Gordio”, e collabora all’omonima rivista ed al Web Magazine. Per il Centro studi “Vox Populi” ha già collaborato ai volumi: “Imperi delle Steppe”, “Porte d’Eurasia”, “La profondità strategica nel pensiero di Ahmet Davutoglu”, “Viandanti fra due mondi”, “Da Bajkonur alle stelle. Il Grande Gioco nello spazio”, “La chiesa apostolica Albana” e, con Ermanno Visintainer scritto a quattro mani “L’Aquila nel Sole”, di cui è in corso di pubblicazione l’edizione russa. Vive a Roma.

Leave a Reply