Intervista a Michael Ledeen a cura di Andrea Marcigliano – 11.3.2015

16 marzo 2015 15:15 0 comments

michael-ledeen

Questa intervista ci è stata rilasciata mercoledì 11 marzo dal prof. Michael Ledeen, a Roma, nel corso di uno dei suoi periodici soggiorni nel nostro Paese, del quale è profondo conoscitore. Infatti Ledeen è, tra le molte altre cose, un raffinato italianista, autore di numerose opere sulla storia e la cultura italiana, ed anche un attento analista della nostra realtà politica. Soprattutto, però, Michael Ledeen è un politologo, o meglio un esperto di geopolitica e strategie internazionali con decenni di esperienza alle spalle. Esperienza ai massimi livelli, visto che è stato uno dei più ascoltati consiglieri di Ronald Reagan prima, di Bush senior poi; e, negli anni di George W. Bush è stato generalmente considerato uno dei padri nobili dei famosi neoconservatori.

In questo incontro abbiamo avuto, come si può vedere, l’occasione di parlare con lui di tutta una serie di argomenti e temi caldi, anzi roventi: dallo Stato Islamico all’Iran, dalla Turchia di Erdogan all’Egitto e alle Primavere arabe: dalla Russia di Putin e la crisi Ucraina alla Cina ed al confronto economico con Washington; dagli errori di Barack Obama alla fragilità della politica estera dei paesi europei… Fino a lanciare qualche sguardo sul futuro, ragionando di scenari generali e, al contempo, di svolte imminenti. Come, ad esempio, il successore di Obama nello Studio Ovale. Insomma una disamina lunga solo in apparenza, visto che si è trattato di un giro d’orizzonte a 360 gradi sulla scena politica globale.

 

Andrea Marcigliano

Senior fellow

Andrea Marcigliano

Andrea Marcigliano è nato a Mestre-Venezia il 28-12-1957. Saggista e scrittore da anni collabora a giornali e riviste culturali, occupandosi (prevalentemente) di filosofia politica e scenari geo-politici internazionali. Accanto a questo mantiene vivi i suoi interessi più squisitamente letterari e filosofici, visti gli ormai antichi studi di Lettere Classiche – a Trieste, con laurea in Storia delle Religioni – ed il fatto che insegna Italiano e Latino nel Liceo. Saggista e scrittore, ha pubblicato “Segni del Tempo”, “I figli di Don Chisciotte”, “Ritorno ad Atene”, “Il suicidio della Destra” (e-book); ha collaborato a numerosi volumi di studi, tra i quali ama ricordare “Ezra Pound perforatore di roccia”, “Jünger cioè il coraggio”; “Ideario europeo”, “Studi su Fernando Pessoa”. Suoi scritti sono apparsi in inglese, russo, spagnolo, portoghese, turco, azero e kazako. È Senior fellow del think Tank di Studi Geopolitici “Il Nodo di Gordio”, e collabora all’omonima rivista ed al Web Magazine. Per il Centro studi “Vox Populi” ha già collaborato ai volumi: “Imperi delle Steppe”, “Porte d’Eurasia”, “La profondità strategica nel pensiero di Ahmet Davutoglu”, “Viandanti fra due mondi”, “Da Bajkonur alle stelle. Il Grande Gioco nello spazio”, “La chiesa apostolica Albana” e, con Ermanno Visintainer scritto a quattro mani “L’Aquila nel Sole”, di cui è in corso di pubblicazione l’edizione russa. Vive a Roma.

Leave a Reply